Raggiungere Ponza e Ventotene in auto: 5 cose da sapere

raggiungere ponza (e Ventotene) in auto

Una delle due sarà la prossima destinazione o, comunque, la state prendendo in considerazione per una vacanza. Senza per questo voler rinunciare alla comodità di un veicolo vostro. Quindi, ciò che adesso vi occorre sapere è come raggiungere Ponza e Ventotene in auto.

 

1. I porti di imbarco

Formia, Terracina, Anzio Casamicciola e Napoli: per raggiungere l’isola di Ponza e l’isola di Ventotene in auto, bisogna arrivare in una di queste cinque località. Terracina e Anzio sono facilmente raggiungibili da Roma, mentre Formia si trova a relativamente poca distanza da Napoli. Terracina e Anzio sono anche raggiungibili, rispettivamente, prendendo l’Ardeatina e l’Appia.

Anche Napoli è facilmente raggiungibile percorrendo l’autostrada A1 (Milano-Napoli), l’autostrada A3 (Napoli-Salerno) e l’autostrada A16 (Napoli-Canosa). Per quanto riguarda Casamicciola, è uno dei porti di Ischia e Ponza e Ventotene possono diventare delle splendide idee per delle escursioni.

Una volta arrivati in una di queste cinque città, dovete solo imbarcarvi su uno dei traghetti per Ponza e o per Ventotene: sono previste più partenze ogni giorno, con maggiore frequenza soprattutto nel periodo estivo. Prenotando in anticipo, potrete prendere i biglietti al prezzo più conveniente.

 

2. Portare l’auto sulle isole

In linea di massima, è possibile portare l’auto sull’isola di Ponza e sull’isola di Ventotene. Però, a seconda della stagione, potrebbero esserci delle limitazioni particolarmente stringenti che renderebbero la cosa complicata. Quindi, prima di prenotare il biglietto e organizzare il viaggio, vi consigliamo di informarvi:

  • Sul sito ufficiale del comune di Ponza, Comune.ponza.lt.it;
  • Sul sito ufficiale del comune di Ventotene, Comune.ventotene.lt.it.

In alternativa, potete lasciare l’auto in uno dei tanti parcheggi presenti nelle città di Anzio, Terracina, Formia e Napoli.

 

3. Come muoversi

A Ponza e a Ventotene è possibile muoversi anche senza dover ricorrere a un’auto. Potete comunque godervi tutti i posti più incantevoli delle Isole Pontine a piedi, in barca (il giro in barca delle isole è caldamente raccomandato), in bicicletta, in autobus, in scooter (che potete noleggiare in loco), infine in taxi.

 

4. Una volta arrivati a Ponza…

…potrà cominciare la vostra vacanza. L’isola di Ponza, infatti, ha davvero tanto da offrire a tutti i visitatori e in qualsiasi stagione. Da questo punto di vista, possiamo darvi tre consigli:

 

5. E una volta arrivati a Ventotene…

…non vi resta che prepararvi a scoprire questo piccolo, autentico gioiello naturalistico che sorge dal Ma Tirreno, a poca distanza dalla costa laziale. In che modo? Possiamo suggerirvelo noi.

  • Anche in questo caso, è doveroso che la prima citazione sia tutta per le più belle spiagge dell’isola: ce ne sono di sabbia, di adatte per i bambini, e poi calette incantevoli che sembrano essere lì apposta per voi.
  • Queste tre escursioni sono un altro dei modi più suggestivi per godersi tutta la bellezza dell’isola di Ventotene: ne potrete così scoprire la storia, gli scorci dal mare, la natura che vi lascerà senza fiato.
  • E a proposito di storia: quella di Ventotene è davvero antica. Abitata fin del Neolitico, ha vissuto i suoi due grandi momenti di splendore durante l’Antica Roma e il regno dei Borboni. Periodi di splendore che hanno lasciato diverse quanto inestimabili testimonianze, da scoprire seguendo l’itinerario in cinque tappe della storia di Ventotene.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/88243608@N00

Articoli correlati