Isola di Ventotene: una visita al Museo della migrazione

Museo della migrazione Ventotene

Grazie alla sua posizione strategica, l’isola di Ventotene è un’area della massima importanza per la migrazione degli uccelli, che a milioni, ogni anno, arrivano sulle sue coste. Ricco di fascino, il fenomeno migratorio è raccontato in un luogo molto particolare dell’isola di Ventotene: il Museo della migrazione.

  • Il percorso. Nella parte settentrionale dell’isola di Ventotene, a ovest di punta Eolo, un sentiero porta fino a cala di Parata Grande. La caletta è sormontata da un promontorio dove numerosi uccelli migratori cercano rifugio. Proseguendo verso sud, si arriva fino al promontorio del Semaforo. Qui, in epoca fascista, fu costruita una postazione antiaerea.
  • Il museo. Oggi, quella postazione ospita il Museo della migrazione, e vi consigliamo di vederlo durante la vostra vacanza a Ventotene. Perché si tratta di un porto davvero suggestivo: è il primo museo del suo genere in Italia ed è allestito con modelli di uccelli in scala 1:1. Realizzati in resina, questi modelli vi accompagneranno lungo una sorta di viaggio alla scoperta degli uccelli migratori, delle loro abitudini, delle loro straordinarie capacità di orientamento.
  • La terrazza panoramica. Il museo ha anche una terrazza panoramica dalla quale è possibile ammirare Ventotene in tutta la sua bellezza, tra romantici tramonti e gli spettacolari volteggi del falco pellegrino.
  • Maggiori informazioni. Per maggiori informazioni sul Museo della migrazione di Ventotene (orari di apertura, visite guidate), potete consultare il sito ufficiale del comune di Ventotene, Comune.ventotene.lt.it.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/pixx0ne

Articoli correlati