Le meraviglie naturali che rendono famose le isole di Ponza e Ventotene

Chi ama i viaggi all’insegna del mare e della natura, troverà nelle isole pontine il luogo ideale in cui trascorrere le proprie meritate vacanze. Le due isole maggiori dell’arcipelago pontino, Ponza e Ventotene, sono le uniche abitate ma anche quelle che è possibile raggiungere facilmente tramite uno dei traghetti verso le isole pontine partendo da alcune strategiche località della penisola italiana: i porti di Terracina, Ischia Casamicciola e Napoli.
In questo articolo scopriamo alcune delle più belle attrazioni naturali di Ponza e Ventotene, quelle che hanno conquistato il cuore dei viaggiatori e che sono diventate mete imperdibili per godere di splendidi panorami incontaminati.

Le meraviglie naturali che rendono famose le isole di Ponza e Ventotene:

Ponza: le spiagge e le grotte

L’isola di Ponza è la più grande dell’arcipelago pontino, ma anche quella che offre le maggiori attrazioni naturali. Con le sue spiagge mozzafiato, i paesaggi unici e le claette suggestive, Ponza è un vero gioiello del Tirreno.

A Ponza ci sono tre spiagge raggiungibili via terra: il Frontone, raggiungibile dal taxi boat dal porto oppure camminando lungo il sentiero; Cala Feola,  sul lato occidentale dell’isola, raggiungibile a piedi in località La Forna; Cala dell’Acqua, situata accanto a Cala Feola e raggiungibile anche in macchina. Le vere perle, però sono raggiungibili solo via mare, come Chiaia Luna. Si tratta della più più nota spiaggia di Ponza e la più grande del lato occidentale, caratterizzata da  parete di roccia bianca che a picco su una lingua di sabbia. La forma della baia ricorda uno spicchio di luna. Poi c’è la spiaggia Lucia Rosa, circondata da una vegetazione rigogliosa, è situata sulla parte occidentale dell’isola. Il panorama che offre è così bello che, su questa spiaggia, è possibile ammirare i più bei tramonti di Ponza

Sono molto note le Grotte di Pilato, che formano dei suggestivi cunicoli scavati nella roccia costiera. Sono accarezzati dalle acque blu del mare che confluisce in una piscina naturale che fungeva da murenaio, ossia una vasca di allevamento per pesci. Si trova sotto a soli 10 minuti dal porto, da cui noleggiare barca.

Infine, una tappa obbligata è l’arco naturale di roccia calcarea è una delle ragioni principali per cui si visita l’isola di Ponza. Alto circa 30 metri e largo 7, sospeso in mezzo al mare davanti alla spiaggia dello Schiavone, può essere raggiunto in barca, canoa e kayak. La tradizione vuole che quando lo si attraversa, bisogna esprime un desiderio.

Ventotene: le meraviglie del mare

La seconda isola dell’arcipelago, Ventotene, è una terra incontaminata e ed è un’Area Naturale Marina Protetta, assieme alla vicina e disabitata isola di Santo Stefano. Il parco naturale ha un’area riservata a biologi e ricercatore e un’altra in cui invece è possibile godersi i colori della macchia mediterranea nel pieno rispetto dell’integrità e della biodiversità del territorio, tra la ricchezza degli scuri fondali marini e la vegetazione diversificata di ginestre, palme nane, elicrisi e finocchi di mare.

Cala Nave è la spiaggia più nota e frequentata di Ventotene perché facilmente raggiungibile dal centro del paese e si trova nella parte nord-orientale dell’isola. Una distesa di sabbia scura che rivela l’origine vulcanica del territorio, affacciata su un meraviglioso mare blu-smeraldo. Anche Cala Rossano è una spiaggia bellissima raggiungibile comodamente a piedi: si affaccia sul porto di Ventotene ma la sua sabbia è di un tenute colore dorato.

Se invece si preferiscono mete più tranquille, c’è una più piccola ma ugualmente suggestiva: si tratta di Cala Battaglia, una lingua di sabbia scura che tuttavia si può raggiungere solo in barca. È una spiaggia libera, perfetta per chi vuole godersi momenti di relax in mezzo alla natura.

Infine, sulla corda nord-ovest dell’isola, troviamo Parata Grande, una spiaggia molto piccola circondata da maestose scogliere, collegata perfettamente a Punta Eolo, un luogo panoramico meraviglioso sede dei resti di Villa Giulia. Da qui, si possono godere alcuni dei più bei tramonti sul Mediterraneo.

Photo Credits
Foto di Dionisio Iemma da Canva

Articoli correlati

26 Aprile 2024

Posti da visitare

I giardini botanici di Ponza

4 Aprile 2024

Posti da visitare

Ponti primaverili: Ponza o Ventotene, quale scegliere

15 Febbraio 2023

Posti da visitare

Un itinerario spirituale tra Ponza, Ventotene Palmarola e Zannone

Prenota il traghetto per le Isole Pontine con TraghettiPer

Metodi di pagamento
Certificazioni