Diving a Ponza: i 5 siti per principianti

diver-108881_960_720

Il diving a Ponza è una delle attrattive che riscuote maggiore successo per le innumerevoli meraviglie sommerse sparse intorno a questa lingua di terra a mezzaluna, ricca di insenature e passaggi sottomarini, che permettono di vivere in un’unica immersione cambiamenti di scenari molto differenti tra loro.

Ponza nel passato è stata un punto di riferimento per il commercio marittimo delle navi romane come testimoniano i relitti e le anfore ritrovati in fondo al mare. Oggi sono visibili i relitti affondati durante la seconda guerra mondiale, come il relitto Douglas o LCM, che rendono uniche le esperienze che gli amanti del diving cercano a Ponza.

Una caratteristica dei punti in cui praticare diving a Ponza è che sono multilivello: ci sono scogli affioranti sopra l’acqua, alti faraglioni immersi fino ai fondali e punti più impegnativi con scogliere sommerse anche a 70 metri di profondità.

I siti di immersioni sono numerosi e tutti molto validi, qui vi segnaliamo i 5 migliori siti adatti ai principianti:

  1. Scoglio rosso: tra l’isola di Gavi e Zannone si possono osservare dentici, ricciole e barracuda, nuotando all’interno di un affascinante canyon ricoperto di margherite di colore giallo. Scendendo in profondità a 16 metri si possono avvistare cernie, murene e gronchi.
  2. Punta della Madonna: questo punto di immersione molto conosciuto a Ponza è caratterizzato da una folta prateria di posidonia dove vi abitano numerosi pesci. Situato a 5 minuti dal porto, punta della Madonna è un faraglione visitabile anche con immersioni in notturna.
  3. Formiche: tanti scogli affioranti sull’acqua che nascondono eccezionali panorami fatti di gradoni e archi naturali. Qui vi abitano murene, cernie, polipi e una vivace gorgonia rossa.
  4. Gavi: la caratteristica di praticare il diving a Ponza è di poter nuotare in profondità tra canyon, anfratti, archi e anfratti e il punto di immersioni di Gavi ne è un ottimo esempio.
  5. Secca del dito: una secca imponente che prende il nome da uno spuntone di roccia che segnala da Ponza dove si trova la secca. Situata a nord-est di Gavi che anticamente era collegata a Ponza da una dorsale lavica ed è abitata da gorgonie gialle, invertebrati e dentici.

Per chi vuole approcciarsi al mondo del diving Ponza è il posto ideale per iniziare e fare pratica, vi ritroverete circondati da spettacolari paesaggi sottomarini. Organizzare la vostra vacanza sull’isola è facile con i traghetti e gli aliscafi che collegano Ponza alla terraferma.

Articoli correlati