Piatti tipici: come preparare il delizioso coniglio alla ponzese

coniglio-ponzese

L’isola di Ponza presenta un patrimonio culinario vasto e delizioso. C’è una ricetta in particolare, quella del coniglio alla ponzese, che racchiude in sé i sapori e le identità di questa terra.

Questo piatto ha origini molto antiche e la sua preparazione viene collegata alla festa patronale di Ponza, in onore di San Silverio, il 20 giugno: gli abitanti dell’isola sono fortemente legati all’evento e omaggiano la tavola con questo succulento piatto che può essere gustato in ristoranti e osterie locali durante tutto l’anno.

Il coniglio alla ponzese, secondo le usanze locali, veniva cucinato quando una ragazza di Ponza aprivano le porte di casa al proprio fidanzato, per farlo conoscere alla famiglia: si trattava di una sorta di promessa di matrimonio e mangiare il coniglio rappresentava un segno di buon auspicio. Anticamente quasi tutte le famiglie avevano un allevamento di conigli, per cui questa ricetta era diffusa e largamente apprezzata.

Ecco la ricetta per provare a realizzare il coniglio alla ponzese, magari al ritorno dalle vacanze.

 

Ingredienti:

  • 1 kg di coniglio a pezzi
  • pomodorini pachino
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • alloro
  • peperoncino
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

 

Preparazione:

Per cominciare è necessario friggere in abbondante olio il coniglio, precedentemente tagliato a pezzetti e asciugato con dei fogli di carta assorbente. Una volta dorato, mettere da parte il coniglio e preparare un soffritto con cipolla, aglio e pomodorino. A questo punto aggiungere l’alloro, il coniglio, il vino e un po’ di sale e peperoncino. Aggiustare di sale e cuocere fino a che il sughetto non sarà totalmente evaporato e il coniglio alla ponzese ben insaporito. La carne deve essere ben asciutta e leggermente abbrustolita.

 

Fonte immagine: By Hengist Decius (DSC_5402) [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Articoli correlati